Dott.ssa Alba Mirabile Psicologa Sessuologa Psicoterapeuta

L’orgasmo: cos’è e come possiamo viverlo

Iniziamo col definire l’orgasmo in maniera generica: il culmine della massima espressione del piacere che l’individuo può vivere all’interno dell’esperienza sessuale.

Parlare dell’orgasmo è come aprire un vaso di Pandora. È, su tutti i fronti, un argomento di discussione tra studiosi, clinici ed esperti del settore. Molti sono i ricercatori che, ancora oggi, si occupano dell’argomento senza giungere ad una definizione univoca e condivisa: non vi è una definizione di orgasmo che riesce a mettere tutti d’accordo.

All’eterogeneità di definizioni possiamo accostare l’eterogeneità delle sensazioni che ogni individuo prova nella sua espressione. Molti studi riportano una differenza di genere della risposta orgasmica, in effetti l’orgasmo dell’uomo è accompagnato dalla fuoriuscita dello sperma, diversamente accade per la donna, non tutte le donne “eiaculano”. Eppure molte donne che non eiaculano affermano di percepire una buona intensità orgasmica. Quindi possiamo sfatare quel mito che vede nello “squirting” (eiaculazione femminile) l’unico e massimo culmine di piacere: anche la donna che non eiacula prova l’orgasmo.

Ognuno vive un’esperienza orgasmica soggettiva e ogni individuo può vivere diverse esperienze in diverse occasioni e fasi della vita. L’orgasmo è un’esperienza del tutto personale ed è per questo motivo che ognuno dovrebbe cercare il proprio orgasmo, senza la paura o il bisogno di rinchiudersi dietro definizioni e affannate ricerche di sensazioni impersonali.

Nella mia esperienza clinica ho notato che spesso la ricerca dell’orgasmo, soprattuto per le donne, è una vera e propria fonte d’ansia.  Molte lo ricercano attivando in ogni rapporto sessuale il controllo e l’ossessività, distaccandosi cosi dalle sensazioni che il rapporto procurerebbe.

Ricordo una paziente, che mi raccontava che dopo la menopausa non riusciva più a provare l’orgasmo, qualcosa era cambiato. Tutti i suoi rapporti sessuali col marito avevano lo stesso scopo: trovare e provare l’orgasmo. Il nostro lavoro si fondò sui cambiamenti (e soprattutto i vissuti) che la menopausa aveva portato. Cambiamenti personali: fisici, emotivi, ormonali, … Cambiamenti nella coppia e nella relazione di coppia. Ricordo ancora la sua elaborazione: <<questa terapia mi ha liberata!>>. La libertà è un concetto importantissimo per chi non raggiunge l’orgasmo che per definizione è il completo lasciarsi andare nella fruizione del piacere.

Come possiamo godere se non ci sentiamo liberi?

Lasciamo agli esperti lo studio e la ricerca dei meccanismi di questa misteriosa e complicata espressione del piacere sessuale e abbandoniamoci nell’ascolto delle nostre emozioni e sensazioni per essere liberi di provare nella nostra modalità.

Ad  ognuno il suo orgasmo.

banner