Dott.ssa Alba Mirabile Psicologa Sessuologa Psicoterapeuta

Manuale di sopravvivenza della coppia genitoriale

Quante volte avete pensato che come genitore vi servisse un manuale di sopravvivenza per la vostra coppia genitoriale?

La vostra  vita di coppia è cambiata dopo l’arrivo dei vostri figli? 

Il vostro letto è popolato da piccole e dolci creaturine vogliose di coccole?

La passione travolgente è solo un vecchio ricordo? 

I vostri baci si sono “raffreddati”? 

Se avete risposto sì ad almeno una di queste domande quanto segue potrebbe interessarti. Molte coppie col divenire genitori dimenticano completamente di essere ancora una coppia d’amore bisognosa di cura, attenzione e passione. Spesso molti dimenticano anche di essere individui, con i propri bisogni e necessità.   Nei primi mesi di vita del bambino può essere naturale e per alcuni fisiologico, donarsi a quella meravigliosa creatura, frutto dell’amore e dell’unicità di due individui, ma spesso tutto questo prende il sopravvento e porta molte coppie ad annullarsi per i figli. Niente di più sbagliato! D. Winnicott, psicoanalista inglese, ha liberato la figura materna dall’incombenza del dover essere una mamma perfetta e infallibile, capace di non causare traumi ai propri figli. Egli ha affermato che un figlio ha bisogno di una mamma (a me piace dire genitore) sufficientemente buono. Un genitore autentico che, nonostante  le normali ansie e preoccupazioni, la stanchezza e, a volte, i sensi di colpa, sia in grado di trasmettere sicurezza e amore ai propri figli. Allora cosa possiamo fare per essere coppia d’amore oltre che coppia genitoriale? Ecco alcuni suggerimenti.

  • La coppia dovrà impegnarsi a creare sempre i propri spazi: uscire senza il bambino almeno una/due sere al mese,  riuscire a organizzare qualche weekend nell’arco dell’anno per stare da soli.
  • Non dimenticarsi di dirsi “ti amo” e di baciarsi, con baci lunghi e appassionati.
  • Impegnarsi a mantenere e creare l’intimità di coppia (gioco, comunicazione, condivisione, .…)
  • Ricordate: ad ognuno la sua camera da letto.

Non dimenticate che per far star bene gli altri, dobbiamo prima star bene noi. Prendetevi cura di voi stessi, organizzatevi per ritagliarvi uno spazio tutto vostro, senza partner e figli.